Milano, fallito l’assalto di oltre 15 rapinatori a furgone portavalori vicentino: fiamme ovunque

Vigili del Fuoco, pompieri 1' di lettura 29/01/2020 - Sull’A1, un commando tenta il colpaccio tra barriere di fuoco e chiodi sulla strada. Vigili del fuoco e polizia sono giunti sul posto, diversi chilometri di coda

Erano oltre 15 i malviventi che hanno tentato di attaccare un furgone portavalori sull’Autostrada del sole, tra Lodi e Milano, dando fuoco a diverse auto nella notte del 29 gennaio.

Come riporta il Corriere, erano le 23 in punto quando sull’Autostrada del Sole, all’altezza di Lodi, è scoppiato l’inferno. Tre furgoni blindati della ditta Battistolli di Vicenza, sono riusciti a scampare a un vero e proprio agguato in stile paramilitare, messo in atto da oltre una dozzina di malviventi.

Il convoglio blindato stava trasportando da Milano a Bologna diversi milioni di euro: i banditi avevano progettato tutto, inscenando un primo rallentamento con alcune auto poco dopo l’innesto della Teem sulla Milano-Napoli. È bastato questo per far scattare i sospetti alle guardie giurate e cercare “riparo” nell’area di servizio San Zenone Ovest, sulla carreggiata Sud, dove fortunatamente c’era anche una pattuglia di polizia – che poi ha dato l’allarme -, mossa che avrebbe fatto fallire il colpo pianificato dai numerosi malviventi.

I rapinatori si sono ritrovati pochi chilometri più avanti, all’altezza di Lodi, e hanno letteralmente bloccato l’autostrada nei due sensi di marcia, dando fuoco alle fila di auto probabilmente rubate, creando così chilometri di coda.

L’agguato ricorda le dinamiche di quello avvenuto 6 anni fa tra Lodi e Casalpusterlengo, nel novembre del 2014, quando dei banditi crearono due barriere di fuoco per assalire un blindato che trasportava 5 milioni di euro, fallendo anche in quel caso.






Questo è un articolo pubblicato il 29-01-2020 alle 19:42 sul giornale del 30 gennaio 2020 - 1 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vigili del fuoco, Maria Luigia Lapenna