Rimini: veronese litiga con la compagna e si costituisce alla polizia ma viene sanzionato per violazione del coprifuoco

1' di lettura 24/01/2021 - Nella notte tra venerdì e sabato intorno alle 02.50, un 26enne veronese ha chiamato la Polizia sul Numero Unico di Emergenza 112 NUE asserendo di trovarsi in via Curiel e di volersi costituire in quanto convinto di avere a suo carico un Ordine di carcerazione per un fatto avvenuto nell’agosto del 2018, quando aveva infranto il vetro di un’autovettura ed era fuggito all’arrivo degli operatori.

Appena la pattuglia è giunta sul posto l’uomo ha riferito ai poliziotti che poco prima aveva discusso con la compagna e che voleva andare in carcere.

Fatti i dovuti accertamenti è emerso che a carico del giovane non vi erano pendenze, pertanto l’uomo è stato sanzionato amministrativamente per inottemperanza alle limitazioni imposte dall’attuale normativa anti COVID in quanto si trovava fuori dalla propria abitazione, senza giustificato motivo in orario di coprifuoco.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram di Vivere Rimini.
Per Whatsapp aggiungere il numero 376.0317899 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivererimini o cliccare su t.me/vivererimini.
Sono attivi anche i nostri canali social: Facebook: facebook.com/vivererimini/ e Twitter: https://twitter.com/Vivererimini






Questo è un articolo pubblicato il 24-01-2021 alle 15:09 sul giornale del 25 gennaio 2021 - 126 letture

In questo articolo si parla di cronaca, emilia romagna, notizie, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bKTa