Venezia: Controlli nelle stazioni, 5 indagati per furto, danneggiamento alla proprietà altrui e violazione del Divieto di ritorno nel Comune.

1' di lettura 04/05/2022 - 326 le persone controllate, di cui 5 indagate, 63 gli agenti Polfer impegnati in 17 scali ferroviari, dove le verifiche sono state estese anche su circa 50 bagagli, sia depositati che al seguito di viaggiatori.

E’ questo il bilancio dell’operazione “Stazioni Sicure” del 27 aprile scorso, organizzata a livello nazionale dal Servizio Polizia Ferroviaria ed attuata dal Compartimento Polizia Ferroviaria per il Veneto, al fine di incrementare il livello di sicurezza nelle stazioni di competenza.

A Mestre le attività sono state effettuate con la collaborazione del personale del Reparto Prevenzione Crimine della Questura di Venezia e di due unità cinofile; altrettante unità cinofile hanno coadiuvato gli operatori della Polizia Ferroviaria nella stazione di Padova, mentre in quella di Portogruaro è stata la Polizia Municipale di S. Michele al Tagliamento a dare ausilio con un’altra unità cinofila.

L’impiego di metal detector portatili e di smartphone, per la verifica in tempo reale dei documenti di identità, ha agevolato e velocizzato le procedure di identificazione.

Negli scali di Venezia, di Padova e di Mestre, 5 persone sono state indagate rispettivamente per furto, per danneggiamento alla proprietà altrui e per la violazione del Divieto di ritorno nel Comune.

A Portogruaro, durante un controllo, due giovani sono stati trovati in possesso di un modico quantitativo di sostanza stupefacente destinata all’uso personale. I due ragazzi sono stati segnalati all’Autorità Amministrativa.






Questo è un articolo pubblicato il 04-05-2022 alle 19:08 sul giornale del 05 maggio 2022 - 104 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c5Hv





logoEV