Vicenza: Controlli ad edifici abbandonati, il proprietario formalmente richiamato dal Questore

4' di lettura 21/07/2022 - Nelle giornate di martedì e mercoledì scorsi è stata effettuata una ulteriore fase delle operazioni straordinarie di Polizia interforze, concordata in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica e disposta con Ordinanza dal Questore della Provincia di Vicenza Paolo Sartori, che ha riguardato il territorio del Capoluogo.

Le attività di Polizia si sono protratte sino a notte inoltrata, ed hanno interessato, in particolare, alcune aree urbane spesso teatro di specifici episodi criminali di tipo predatorio e di fenomeni di degrado urbano, sia nel Centro storico che in specifici quartieri periferici della Città. In particolare sono state controllate le zone dei Giardini Pubblici di Via Bachelet, Campo Marzio, il quadrilatero, Via Tornieri, zona San Poi X°, Viale SS. Felice e Fortunato e le aree del Centro storico.

Inoltre, un controllo minuzioso è stato effettuato all’interno di un capannone in stato di abbandono che si trova in Via Genova, più volte segnalato dalla cittadinanza quale luogo di ritrovo di soggetti sbandati e quale deposito di merce provento di furto. Nessun individuo è stato sorpreso all’interno del capannone, anche se sono state rilevate evidenti tracce di presenze non autorizzate da parte di soggetti soliti utilizzare luoghi come questo quale punto di riferimento per bivacchi o, fatto ancor più grave, per compiere attività illecite. Il proprietario verrà ora formalmente richiamato dal Questore circa l’obbligo di predisporre sistemi di difesa passiva e tutte quelle accortezze necessarie ad evitare l’ingresso di intrusi, nonché circa le possibili responsabilità di carattere civile e penale nelle quali può incorrere.

Alle attività operative hanno concorso circa 30 donne ed uomini della Questura di Vicenza, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, della Polizia Locale di Vicenza e del Reparto Prevenzione del Crimine della Polizia di Stato.

Tutte le attività sono state integrate da 5 Posti di Controllo lungo le principali arterie stradali in ingresso ed in uscita dal territorio cittadino. Il dispositivo di sicurezza ha inoltre effettuato verifiche di carattere amministrativo, estese agli avventori, presso alcuni Esercizi Pubblici.

Complessivamente, nel corso della operazione di Polizia sono state identificate 98 persone, di cui 39 stranieri, e 31 soggetti con precedenti Penali e/o di Polizia; sono inoltre stati controllati 30 veicoli e 3 Esercizi pubblici.

Al termine delle attività operative, il Questore ha quindi adottato i seguenti Provvedimenti:

  • 8 Fogli di Via Obbligatori, con obbligo di rientro nei rispettivi Comuni di residenza, a carico di persone gravate da precedenti penali e di Polizia, residenti, come detto, in Comuni diversi e senza alcun titolo per permanere nel territorio del Comune di Vicenza;
  • 5 Ordini di Allontanamento dal Territorio Nazionale. nei confronti di altrettanti cittadini stranieri con a proprio carico precedenti penali e/o di Polizia di varia natura, non più in possesso dei requisiti richiesti per risiedere in Italia, il Questore ha emesso altrettanti Decreti di allontanamento dal Territorio Nazionale, con ordine di lasciare il nostro Paese entro 7 giorni. Qualora gli stranieri non ottemperassero, verranno denunciati alla Procura della Repubblica ed accompagnati coattivamente verso il Paese di origine;
  • 7 Avvisi Orali (Misura di Prevenzione prevista dal Codice delle leggi antimafia) nei confronti di altrettanti cittadini italiani e stranieri che denotano una spiccata pericolosità sociale a causa di precedenti penali e/o di Polizia per reati di varia natura tra cui reati contro la persona, per spaccio di sostanze stupefacenti, ovvero contro il patrimonio.

“Il controllo sistematico di determinate zone della città è di fondamentale importanza per prevenire e contenere quei fenomeni devianti e quelle manifestazioni delinquenziali che incidono in maniera evidente sulla sicurezza dei cittadini, così come è altrettanto importante tenere monitorate le aree ove solitamente trovano rifugio soggetti dediti a compiere reati, ovvero presenti illegalmente sul nostro territorio nazionale – ha evidenziato il Questore Sartori al termine dell’operazione –. Le operazioni di Polizia effettuate nella serata e nella nottata dei giorni scorsi fanno parte di una costante e capillare attività di intervento in fase preventiva, che oltre a rendere concreta la percezione di sicurezza da parte dei cittadini si rende indispensabile per garantire una tranquilla e pacifica forma di convivenza civile”.






Questo è un articolo pubblicato il 21-07-2022 alle 10:45 sul giornale del 22 luglio 2022 - 104 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dgWp





logoEV