Camere in ripostigli e garage, Guardia di Finanza scova affitti turistici irregolari a Venezia

2' di lettura 22/09/2022 - VENEZIA - Affittavano camere ricavate in magazzini, ripostigli e garage, con condizioni igieniche e sanitarie precarie.

Oppure appartamenti puliti e ordinati che però non dichiaravano, e persino quattro house boat, ormeggiate stabilmente sulle rive della Giudecca e di Sacca Fisola. Guardia di Finanza e Polizia locale di Venezia li hanno però individuati e sanzionati. Il resoconto dell'attività di controllo eseguita in funzione del pianto 'Back in Venice' attivato questa estate parla di 31 strutture turistiche completamente abusive e otto strutture con molti più posti letto rispetto a quelli dichiarati, e addirittura di una proprietaria che si è trasferita a vivere in garage pur di affittare tutte le stanze del suo appartamento, per un totale di quasi 100 strutture turistiche sanzionate per oltre 216.000 euro. IRREGOLARITÀ IN QUASI 100 STRUTTURE, SANZIONI PER 216.000 EURO Oltre alle classiche ispezioni, Guardia di Finanza e Polizia Locale hanno utilizzato un applicativo creato in house - D.O.G.A.L.E. - che confronta le strutture ricettive disponibili su web con quelle autorizzate dal Comune di Venezia, l'analisi delle banche dati fiscali e questionari sulle modalità di soggiorno ai turisti in partenza da Venezia. OTTO LAVORATORI IN NERO, FACEVANO PULIZIE, RECEPTION E COLAZIONI I controlli hanno permesso di individuare anche otto lavoratori in nero impiegati come addetti alle pulizie, receptionist e addetti al servizio colazione, con relative segnalazioni all'Ispettorato del lavoro e sanzioni amministrative per 28.000 euro. OLTRE 500 OSPITI ALLOGGIANTI NON SONO STATI SEGNALATI ALLA PUBBLICA SICUREZZA Come se non bastasse, nove gestori sono stati segnalati all'autorità giudiziaria per non aver comunicati all'autorità di pubblica sicurezza i nominativi di quasi 500 clienti alloggianti, come invece è previsto dalla legge. TROVATE ANCHE QUATTRO ABITAZIONI AFFITTATE IN NERO Non solo affitti turistici, anche quattro abitazioni affidate a soggetti residenti sono risultate irregolari, in quanto prive di contratto di locazione registrato. In questi casi il canone di locazione è stato evidentemente versato in nero e omettendo il pagamento dell'imposta di registro, per un importo ricostruito di 15.000 euro. QUATTRO IMBARCAZIONI VENIVANO AFFITTATE ABUSIVAMENTE COME HOUSE BOAT Infine, la collaborazione con la Stazione Navale della Guardia di Finanza ha permesso di controllare anche i 'boat and breakfast': sono così state individuate quattro imbarcazioni da diporto stabilmente ancorate a riva sulle isole della Giudecca e Sacca Fisola, che offrivano abusivamente servizi di pernottamento e somministrazioni di alimenti. In questo caso le sanzioni elevate ammontano a 8.000 euro.





Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 24-09-2022 alle 10:09 sul giornale del 23 settembre 2022 - 8 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/drG2





logoEV