SEI IN > VIVERE VENETO > ATTUALITA'
lancio di agenzia

Giulia Cecchettin, Filippo Turetta a Venezia sabato mattina

3' di lettura
20

(Adnkronos) - Filippo Turetta, accusato dell'omicidio dell'ex fidanzata Giulia Cecchettin, verrà consegnato dalla Germania alle autorità italiane sabato 25 novembre e arriverà all'aeroporto di Venezia - scortato dai carabinieri - a bordo di un aereo dell'Aeronautica militare che partirà da Roma.
I dettagli del volo vengono definiti proprio in questi momenti.  Il 22enne ha nel frattempo ampliato la sua difesa: l'avvocato d'ufficio Emanuele Compagno è stato affiancato dal legale Giovanni Caruso del foro di Padova. Il collegio dovrà affrontare un processo che si preannuncia complicato per il giovane che deve rispondere di omicidio volontario aggravato dal vincolo del legame affettivo e sequestro di persona. I funerali si Giulia si terranno nella Basilica di Santa Giustina a Padova, nona chiesa più grande al mondo segnata anche nel pavimento della Basilica di San Pietro a Roma,. Non è ancora stata decisa la data: bisognerà attendere l'autopsia, ma l'auspicio di papà Gino è di "dare presto una nuova casa a Giulia" che riposerà, nel cimitero di Saonara, accanto alla mamma Monica, morta un anno fa. Dal canto suo il sindaco di Vigonovo Luca Martello fa sapere che di borse di studio che "saranno dedicate a lei, studentessa modello, e stiamo ragionando - ha spiegato all'Adnkronos - sull'ipotesi di avere una piazza a suo nome. Ci stiamo muovendo con i piedi di piombo per evitare iniziative che possano non trovare d'accordo papà Gino e la sua famiglia, ma sono certa che Giulia non sarà dimenticata da questa amministrazione né dalle prossime". Il Comune di Vigonovo si costituirà inoltre parte civile nel processo contro Filippo Turetta, ha inoltre annunciato Martello. "Vorrei fortemente sparire dalla sua vita, ma non so come farlo". E ancora: "Mi sento in una situazione in cui vorrei che sparisse, vorrei non avere più contatti con lui. Però allo stesso tempo lui mi viene a dire che è super depresso, che ha smesso di mangiare, passa le giornate a guardare il soffitto, pensa solo ad ammazzarsi, vorrebbe morire". Così Giulia Cecchettin, in un audio inviato alle amiche, parlava così del rapporto con Filippo Turetta, dopo la fine della relazione. Le parole della giovane sono contenute in un audio di Chi l'ha visto proposto dal Tg1. "Non me le viene a dire per forza come ricatto però suonano molto come ricatto. Allo stesso tempo mi viene a dire che l'unica luce che vede nelle sue giornate sono le uscite con me o i momenti in cui io gli scrivo. Io vorrei non vederlo più, comincio a non sopportarlo più. Vorrei fortemente sparire dalla sua vita, ma non so come farlo. Mi sento in colpa, ho troppa paura che possa farsi male in qualche modo", aggiungeva la ragazza. Nell'audio completo, fatto ascoltare da 'Chi l'ha visto', Giulia esprimeva la sua paura che l'ex fidanzato potesse fare un gesto insano: "Non credo che lo farebbe perché mi sembra che mi dica queste cose più per costringermi a stargli sempre appiccicata però il rischio, soprattutto nella mia testa, c'è e il fatto che potrebbe essere colpa mia mi uccide come cosa". "Non so veramente come comportarmi" diceva Giulia. 


Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 23-11-2023 alle 12:51 sul giornale del 24 novembre 2023 - 20 letture






qrcode