SEI IN > VIVERE VENETO > CRONACA
articolo

Vicenza: Scoperti oggetti di gioielleria per un valore di circa 38 mila euro presso Vicenzaoro. Diritti doganali evasi per circa 10 mila euro

1' di lettura
24

I finanzieri del Comando Provinciale di Vicenza proseguono la costante attività di contrasto alle differenti forme di evasione e frode, ivi comprese quelle che comportano una violazione degli obblighi doganali e finalizzate alla sottrazione di risorse al bilancio dello Stato e dell’Unione Europea.

In occasione della manifestazione fieristica internazionale VicenzaOro 2024, i militari del Gruppo Vicenza, congiuntamente a funzionari della locale Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, hanno effettuato controlli doganali presso gli espositori extracomunitari presenti, volti sia al controllo della documentazione doganale di importazione che alla effettiva corrispondenza qualitativa dei preziosi presenti, anche mediante l’utilizzo dello “spettrometro” in uso all’Agenzia.

In tale ambito Guardia di Finanza e Dogana hanno svolto un’attività ispettiva nei confronti di un espositore proveniente da Hong Kong, finalizzata al riscontro tra la documentazione doganale di importazione e i preziosi effettivamente presenti all’interno dello stand.

Al termine degli accertamenti, è stato appurata la presenza di 22 articoli di minuteria in oro e diamanti non inseriti nella dichiarazione doganale e del valore totale di circa 38 mila euro. In ragione degli elementi acquisiti, si è proceduto al fermo doganale della merce e alla quantificazione dei diritti doganali evasi per un importo complessivo pari a quasi 10 mila euro.

La Guardia di Finanza di Vicenza prosegue nella incessante opera di presidio della legalità, predisponendo un dispositivo di controllo economico del territorio anche all’interno di uno degli eventi fieristici del settore orafo più importante al mondo, garantendo la tutela della legalità e prevenendo l’evasione dei dazi doganali dovuti, in sinergia con l’Autorità competente in materia.




Questo è un articolo pubblicato il 25-01-2024 alle 10:21 sul giornale del 26 gennaio 2024 - 24 letture






qrcode