SEI IN > VIVERE VENETO > CRONACA
articolo

Vicenza: Individuati 11 lavoratori in nero, di cui 4 clandestini, in 2 cantieri di Vicenza

2' di lettura
58

I finanzieri del Comando Provinciale di Vicenza proseguono l’incisiva attività di contrasto al lavoro nero o irregolare e all’immigrazione clandestina su tutta la provincia berica, concentrando la propria attenzione sulle iniziative imprenditoriali assunte dalle aziende sul territorio.

In particolare, nelle scorse settimane, i militari del Gruppo Vicenza hanno effettuato due controlli in materia di lavoro presso altrettanti cantieri, finanziati con il Superbonus 110%, situati nel comune di Vicenza, in zona Astichello. Le attività ispettive hanno permesso di rilevare la presenza complessiva di 11 lavoratori in nero, impiegati come operai, su 12 presenti al momento degli accessi ispettivi e riconducibili a 3 differenti società, aventi rispettivamente sede nelle province di Brescia, Padova e Trento. Peraltro, il controllo, in un caso, ha fatto emergere la presenza di quattro soggetti stranieri clandestini, di nazionalità moldava, sprovvisti di documento di identità italiano.

In ragione dei riscontri effettuati dai finanzieri vicentini, sono scattate le sanzioni amministrative complessivamente pari a circa € 21.200, nonché la segnalazione per la sospensione delle tre società operanti nel settore edile da parte del competente Ispettorato Territoriale del Lavoro di Vicenza, in attesa della regolarizzazione delle posizioni lavorative.

Inoltre, la presenza dei soggetti clandestini ha portato alla denuncia degli stessi per il reato di soggiorno irregolare sul territorio dello Stato nonché del rappresentante legale della società per la quale gli stessi lavoravano per sfruttamento dell’immigrazione illegale.

La Guardia di Finanza di Vicenza prosegue nella incessante opera di contrasto al sommerso da lavoro, piaga per il sistema economico sia in termini di tutela dei lavoratori che di concorrenza sleale rispetto alle aziende leali, e all’immigrazione clandestina, con la finalità di impedire lo sfruttamento di lavoratori stranieri irregolari.



Questo è un articolo pubblicato il 12-03-2024 alle 10:55 sul giornale del 13 marzo 2024 - 58 letture






qrcode