SEI IN > VIVERE VENETO > SPETTACOLI
comunicato stampa

Venezia: "Davide Calgaro Live", stand up tutta da ridere al Teatro a l'Avogaria

2' di lettura
74

Si torna a ridere di gusto al Teatro a l’Avogaria di Venezia (Dorsoduro 1607, Corte Zappa) con la rassegna di stand up comedy. 

Un calendario di spettacoli, curati da Nicolò Falcone, che porta in laguna gli artisti più rappresentativi della scena italiana. Protagonista una comicità senza orpelli e censure, ritenuta dai più scomoda e dissacrante, e riservata rigorosamente ad un pubblico adulto.

Sabato 23 marzo 2024, ore 21.00, appuntamento con Davide Calgaro che nel suo secondo spettacolo, “Davide Calgaro Live” racconta la fine dell’adolescenza, i vent’anni, l’andare a vivere da solo e il non essere presi sul serio perché giovani. Un trascorso di vita da un punto di vista personale, che catapulta il pubblico all’interno della vita vissuta di un ragazzo che ha dovuto ben presto farsi spazio tra gli adulti per trovare il proprio posto. Uno show ad alto tasso di comicità che narra l’incomprensione tra genitori e figli.

Calgaro, milanese, classe 2000, ha esordito come stand up comedian su Comedy Central nel 2017 e negli anni successivi ha partecipato a Zelig su Canale 5, Colorado su Italia1 e Dicono di Noi su RaiPlay. Per il cinema, ha partecipato a “Odio L’estate” e "Il più bel giorno della nostra vita" di Aldo, Giovanni e Giacomo.

La stand up comedy è un genere di commedia in cui l'artista interpreta dei monologhi in modo corrosivo dove si distruggono i luoghi comuni per infrangere le sicurezze dell'essere umano. Una comicità non per tutti con un linguaggio diretto e talvolta offensivo che va, senza preamboli, alla pancia delle persone. Una commedia dove il comico, in primis, fa ridere di sé per poi passare ad attaccare gli altri, e - nello specifico - le certezze dello spettatore.

Per tutte le informazioni e prenotazioni consultare il sito:

http://www.teatro-avogaria.it/,Mail: avogaria@gmail.com,

Tel. 0415285711 335 / 372889



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-03-2024 alle 17:01 sul giornale del 22 marzo 2024 - 74 letture






qrcode