SEI IN > VIVERE VENETO > CRONACA
articolo

Controlli della guardia di finanza, scoperti tra Portogruaro e Ceggia 17 lavoratori in nero

1' di lettura
54

La guardia di finanza di Venezia ha individuato, tra Portogruaro e Ceggia, 17 lavoratori dipendenti extracomunitari completamente in nero e privi del permesso di soggiorno.

I finanzieri del Gruppo di Portogruaro hanno individuato una società gestita da soggetti di nazionalità albanese, connotata da gravi indici di pericolosità fiscale ed economica: dal conseguente controllo volto a verificare la corretta assunzione e gestione del personale dipendente, impiegato sia in numerosi cantieri in Friuli ma anche presso committenti esteri, è emerso che la società utilizzava da mesi 17 lavoratori extracomunitari (pakistani, afghani, tunisini e albanesi) completamente in nero. Cinque di questi non avevano nemmeno il permesso di soggiorno per poter lavorare in Italia.

Parallelamente, altri lavoratori, pur regolarmente assunti, erano stati registrati con un numero di ore di lavoro prestato di gran lunga inferiore al reale. In relazione alle circostanze riscontrate, il legale rappresentante della società è stato diffidato a sanare tutte le irregolarità riscontrate ed a pagare, oltre i tributi dovuti, una sanzione totale che, già in misura minima, ammonta a circa 130.000 euro.



Questo è un articolo pubblicato il 04-05-2024 alle 15:58 sul giornale del 06 maggio 2024 - 54 letture






qrcode