SEI IN > VIVERE VENETO > CRONACA
articolo

Venezia: Una denuncia per porto d’armi abusivo di 3 katane

1' di lettura
42

Nei giorni scorsi, militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Venezia, nel corso di un servizio di controllo del territorio e contrasto alla criminalità diffusa svolto tra le località di Mestre e Marghera, hanno sottoposto a controllo un’autovettura con a bordo un soggetto di origine est-europea.

In particolare, una pattuglia dei Baschi Verdi della Compagnia Pronto Impiego, insospettita dall’atteggiamento “nervoso” ed “evasivo” del conducente, già gravato da diversi precedenti di polizia, decideva di effettuare una più accurata ispezione del veicolo, rinvenendo, occultate fra i sedili, tre katane giapponesi con punte acuminate e lame affilate rispettivamente di dimensioni pari a 47 cm, 73 cm e 96 cm. Di conseguenza, in assenza di valide ragioni che ne giustificassero la detenzione e il trasporto, le armi venivano immediatamente sottoposte a sequestro penale, mentre il soggetto, un quarantenne di nazionalità moldava, veniva denunciato alla locale Procura della Repubblica, per il reato di porto abusivo di armi.

Sempre nelle stesse ore, analoghe attività di controllo eseguite nel Centro Storico di Venezia, hanno consentito di denunciare, per spaccio di stupefacenti, un soggetto di nazionalità tunisina, irregolare sul territorio nazionale e gravato da medesimi precedenti di polizia, “operativo” tra le zone di Strada Nova e il Ponte dei Tre Archi, a cui sono stati sequestrati complessivamente 3 grammi circa di marijuana e 8 dosi di cocaina per un totale di 4 grammi circa.



Questo è un articolo pubblicato il 29-05-2024 alle 09:56 sul giornale del 30 maggio 2024 - 42 letture






qrcode